Avap

Trattoria Valpellice

Buona domenica agli studenti che immaginano per Pinerolo un futuro turistico

studenti porro19-02-2017 – 10:05 – Buona domenica agli studenti che immaginano per Pinerolo un futuro turistico

Con una pagina rivolta alla scuola siamo al 12°appuntamento con la  rubrica che, prendendo le distanze dai ritmi frenetici che il web impone, va alla ricerca  di  notizie, per approfondirle o riflettere su quanto è accaduto. E visto che è una giornata di festa, cercheremo di dare solo belle notizie o almeno di vedere il bicchiere mezzo pieno, raccontandone quindi l’aspetto migliore: buona lettura.

Osservare il presente e poi guardare avanti immaginando un futuro migliore. Una pillola di ottimismo che tutti dovremmo assumere. Il pensiero positivo aiuta. E allora prendiamo esempio dal messaggio che arriva dagli alunni dell’istituto Porro di Pinerolo, a indirizzo turistico, che hanno immaginato una Pinerolo, diversa, senza crisi e negozi che chiudono, una Pinerolo turistica. E come tutte le località di richiamo deve essere in grado da un lato di valorizzare il proprio patrimonio, dall’altro di imparare ad esportare, veicolare, farsi conoscere.

Per farlo, gli studenti, hanno progettato una piattaforma multimediale, ospitata sul sito della scuola che, partendo da un progetto di studio: “ Natura e materia”, ha dato vita ad un workshop. Gli studenti, mappando alcune zone di Pinerolo, hanno preparato un programma in grado di dare al visitatore tutta una serie di risposte. Ma questo è solo il punto di partenza perché, a differenza di quello che potrebbe fare  una guida turistica tradizionale, qui abbiamo una Pinerolo che si può scoprire almeno sotto quattro profili diversi, quello storico artistico, gastronomico, sportivo naturalistico e infine il quarto, il più vicino agli interessi dei giovani, che è un mix dei primi tre. Ma le chiavi di lettura possono essere molteplici e proprio il fatto che  si stia lavorando su una piattaforma digitale permette di adeguare il progetto in base alle esigenze del mercato. Quello che si vede è il punto di partenza, non di arrivo. Anzi, si è fatto un passo avanti perché la guida invita il turista ad interagire, a mettersi in gioco in una scoperta del territorio che chiede anche concentrazione sui dettagli. E ovviamente, essendo destinata ad un mercato estero, nella prima realizzazione il progetto, che ha visto la partecipazione di un gruppo di insegnanti, Marta Valls, Barbara Berro, Isabella Vignetta e con la consulenza di Talila Yehiel, una ricercatrice esperta in musei, è stato tradotto in inglese. Pinerolo ha bisogno di trovare idee nuove per rilanciarsi e questi studenti hanno indicato la strada giusta. Bravi.

 

Buona domenica

Antonio Giaimo

Per segnalare delle storie per la rubrica “Buona domenica” scrivere a: redazione@comeedove.it

 

 

Radar degli eventi

Non ci sono eventi imminenti

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile