WEB TV & Comunicazione

Al via Pensieri in Piazza, un evento che esce dai confini cittadini

Alain Berthoz apre Pensieri in piazza edizione 2022

Alain Berthoz apre Pensieri in Piazza edizione 2022

Torna l’atteso appuntamento culturale “Pensieri in Piazza” uno storico evento che apre la mente alla riflessione e invita al confronto grazie alla presenza di qualificato numero relatori.

Questi i primi due eventi:

Giovedì 15 settembre al Polo del ‘900 di Torino inaugura il calendario della XVIII edizione del festival Pensieri in piazza. L’appuntamento, previsto per le ore 15, prevede l’intervento di Alain Berthoz, neurofisiologo di fama mondiale e dei docenti del CREMIT (Centro di Ricerca sull’Educazione ai Media all’Innovazione e alla Tecnologia) dell’Università Cattolica di Milano Pier Cesare Rivoltella e Maria Cristina Garbui  e con loro saranno affrontati alcuni temi legati alla semplessità. Il titolo dell’incontro è infatti “Inibizione creatrice e semplessità: un nuovo approccio multidisciplinare alla realtà” . Di fronte alla caotica massa di informazioni dentro cui ci muoviamo quotidianamente è importante dotarsi di strumenti di selezione e di orientamento, che necessitano di un lavoro continuo di verifica e aggiornamento. La strada indicata dal lavoro di Berthoz va in questa direzione e può permetterci di svolgere il nostro compito con maggior efficacia.

 

Venerdì 16 Settembre al Castello di Miradolo (San Secondo di Pinerolo) alle ore 18 la manifestazione Pensieri in piazza continua con la relazione di Federico Cramer ( biologo e divulgatore) dal titolo  “La traduzione dell’informazione nei processi biologici”. A partire dalle considerazioni contenute nel suo saggio “Geni, evoluzione e destino” (Meltemi, 2021), il relatore propone una riflessione sull’importanza per gli esseri viventi dell’informazione e della sua traduzione per trasformarla nei corpi dei viventi. La traduzione ha giocato un ruolo fondamentale a partire dalla nascita stessa della vita sulla Terra e successivamente nel processi biologici che ne caratterizzano le funzioni e le attività.

 

Facciamo un passo indietro:

L’Associazione culturale Pensieri in piazza svolge la sua attività dal 2005 e sin dall’inizio ha costruito, ovunque possibile, spazi e occasioni per una riflessione pubblica, libera e comune, lontana da ogni forma di spettacolarizzazione, da ipoteche partitiche o da rigide appartenenze ideologiche. Attraverso incontri, conferenze, tavole rotonde, spettacoli, proiezioni, camminate e biciclettate pensanti ha organizzato interventi per centinaia di pensatori. Ogni anno gli interventi sviluppano attorno ad un tema.

Le novità

Il tema dell’edizione 2022 è “Trame, traduzioni, passaggi, metamorfosi”. Il festival è quindi costruito quest’anno intorno all’idea del tradurre, intesa come operazione chiave che permette di mettere in relazione culture, mondi, ambienti, forme di vita tra loro differenti e immediatamente non comunicanti. “traduzione” oggi è ben più che un’operazione linguistica, si configura come un atteggiamento culturale che conosce molte declinazioni possibili: dalla capacità di avvicinare culture umane tra loro distanti a quella di mettere in relazione mondi umani e non umani, ma comunque viventi, con quelli costituiti dall’intelligenza biologica che permette di realizzare reti di comunicazione tra i componenti vegetali e animali negli ecosistemi, o la capacità di problematizzare il rapporto con la cosiddetta “intelligenza artificiale” . Tradurre significa abbandonare ogni forma di etnocentrismo e antropocentrismo per cercare di porsi da un punto di vista altro. Tradurre comporta quindi l’adozione di strategie del riconoscimento reciproco, del rispetto, del decentramento; in questo senso avvicinare i mondi non è soltanto un’operazione teorica ma generatrice di nuovi atteggiamenti culturali, scelte e forme di vita: può essere il motore in grado di attivare trasformazioni, movimenti, passaggi e metamorfosi.

 

Il festival Pensieri in piazza prosegue fino al 9 ottobre e prevede una serie di incontri, relazioni e spettacoli che si svolgeranno tra  Torino, Pinerolo, Torre Pellice, Inverso Pinasca, Rorà e San Secondo di Pinerolo.

Tra i relatori di questa edizione troviamo Miguel Benasayag, Derrick de Kerckhove, Marco Revelli, Giovanni Ferrero (ISMEL), Francesco Poli, Maurizio Dematteis (Dislivelli), Guido Viale, Roberto Burlando, Luciano Boi, Federico Cramer, Diego Mometti, Pablo Cottet Soto, Elisa Bosisio, Ilaria Santoemma, Matteo Saudino, Davide Rostan, Elisa Bosisio, Omar Barbero, Andrea Bouquet, Roberto Mezzalama, Giuseppe Bonfratello. Interverranno inoltre Emergency, Rete Italiana di Cultura Popolare e Cooperativa Coesa, Teatro delle Forme, Piccolo Collettivo Onirico e i  gruppi ANPI (Perosa, Pinerolo, Torre Pellice).

Radar degli eventi

Non ci sono eventi imminenti

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile