VIDEO | Pinerolo, aperte le visite al campanile di San Maurizio

PINEROLO, IL CAMPANILE DI SAN MAURIZIO PER LA PRIMA VOLTA APRE AL PUBBLICO

Il campanile di San Maurizio, simbolo di Pinerolo, da oggi sarà visitabile al pubblico. Prima ci salivano solo il campanaro e l’orologiaio. Adesso, grazie al progetto “Luce tra città e paesaggio”, curato dell’architetto Manuela Ghirardi, che ha restaurato e messo in sicurezza il campanile, i turisti e i pinerolesi lo potranno visitare. I lavori sono stati finanziati grazie al sostegno che è arrivato dall’8 per mille della chiesa cattolica e ad un contributo della Fondazione Crt e Compagnia di San Paolo. Il campanile di San Maurizio ha sette secoli di storia, è stato eretto tra il 1322 e il 1326 per disposizione del principe Filippo D’Acaja sulla sua sommità è stato installato un orologio, progettato dall’ingegnere Ignazio Porro nel 1838, acquistato grazie ad una raccolta di fondi promossa dalla “Filantropica società di colti Pinerolesi”. Ma le sue lancette sono ferme da anni e attendono una riparazione. Gli interventi di restauro hanno ridato bellezza ai muri interni, rinforzato la scala e realizzato un nuovo solaio in legno appena sotto il piano della torre campanaria. A pianificare le visite, sempre guidate, saranno i volontari dell’associazione Ar.Co. che da anni lavora per valorizzare i beni culturali del Pinerolese. Non ci sarà un biglietto da pagare ma si potrà lasciare un’offerta libera per fronteggiare alcune spese. La prima visita guidata è fissata per domenica 23 febbraio al pomeriggio, per le prenotazioni inviare una mail a a ufficioturistico@diocesipinerolo.it oppure a arco.pinerolo@gmail.com.

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile