Avap

VIDEO | Nelle miniere di talco della val Germanasca riposano le bottiglie di bollicine

26-10-2016 – 12:25 – Ogni vino racconta una storia, che narra di lavoro, di fatica di tradizioni ma anche di momenti da celebrare. Alzare i calici di bollicine è convivialità. La ricerca della qualità ha portato l’azienda agricola di Barge,  l’Autin, ad affinare le sue tremila bottiglie di  “Eli brut”, prodotte con il metodo classico, nelle antiche miniere di talco della val Germasca, oggi diventate un ecomuseo. Qui per 30 mesi hanno riposato al buio in un ambiente con il 90% di umidità e una temperatura costante di 10 gradi. Martedì sera a Scopriminiera si è svolta la serata di presentazione sotto l’attenta regia di Mario Fina e la conduzione del giornalista gastronomo Alessandro Felis con il coinvolgimento dello chef Walter Eynard e degli studenti dell’istituto alberghiero di Barge .

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile