Avap

VIDEO | Le istruzioni militari di Giosuè Gianavello in vista del Glorioso Rimpatrio

È visitabile a Torre Pellice, presso la Galleria d’Arte Filippo Scroppo, la mostra “ Le Istruzioni di Giosuè Gianavello. Capitano delle Valli Valdesi”. Curatori dell’esposizione: Corrado Brun, Luca Perrone e Bruna Peyrot.

Orari: mar-me-gio-dom 15,30-18,30; ve, sa 10,30-12,30

Giosuè Gianavello (1617-1690) è uno dei personaggi più conosciuti e popolari della storia valdese. È vissuto nel terribile secolo delle persecuzioni contro la comunità valdese, che difese strenuamente. Ha scelto la resistenza no all’esilio, impostogli come prezzo per la pace. A Ginevra, dove si mantenne facendo l’oste, divenne un punto di riferimento per tutti i valdesi cacciati dalla loro terra, per i quali ha scritto le Istruzioni militari in vista del loro ritorno del 1689. Gianavello si è impresso miticamente nella memoria valdese. Le Istruzioni, scritte e dettate da Gianavello tra il 1685 e il 1689, sono documenti unici, nei quali fornisce indicazioni e consigli ai valligiani per resistere prima all’assalto delle truppe francesi e del duca di Savoia, poi per riconquistare le Valli nel 1689. Questi documenti storici sono un elemento costitutivo dell’identità del popolo valdese e di queste Valli. Oggi questi documenti sono conservati nell’Archivio di Stato di Torino, perché all’epoca sono stati intercettati dalla giustizia Ducale o trovati addosso a qualche valdese catturato o ucciso nei combattimenti di quei tragici anni. Erano lettere e scritti destinati alle Valli valdesi del Piemonte occidentale. Solo pochissimi storici in questi tre secoli li hanno visti e studiati. Questi documenti sono stati riscoperti a metà del 1800 dallo storico Alexis Muston nell’Archivio di Stato di Torino e qui studiati da storici quali Arturo Pascal, Jean Jalla, Attilio Jalla, e più recentemente analizzati da
Ferruccio Jalla. Ora torneranno per la prima volta dopo tre secoli nelle Valli poichè L’Archivio di stato di Torino ne ha autorizzato l’esposizione a Torre Pellice. Oltre alle Istruzioni saranno per la prima volta esposti una quindicina di altri documenti seicenteschi, fonti indispensabili per ricostruire la vicenda umana e storica di Gianavello. Il 2017 è stato il quattrocentesimo anniversario della nascita di Gianavello e questa esposizione sarà il coronamento delle tante iniziative che sono state organizzate nelle Valli e a Ginevra. Il progetto ha il supporto dell’Amministrazione Comunale di Torre Pellice che ha messo a disposizione per l’esposizione la sala della Galleria Civica Scroppo e che si farà carico delle spese di assicurazione dei documenti, come richiesto dall’Archivio di Stato. Aderiscono a questo progetto il Centro Culturale Valdese, la Società di Studi rorenghi, La Società di Studi Valdesi, il gruppo Janavel2017 e l’associazione Una Torre di Libri di Torre Pellice.

L’esposizione è presso la Civica Galleria d’arte contemporanea Filippo Scroppo, in via Roberto d’Azeglio 10 a Torre Pellice (To), dal 29 settembre al 28 ottobre 2018.

 

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile