Avap

Linea G

Trattoria Valpellice

Sabato e domenica torna a Pinerolo il mistero della Maschera di ferro

La cella della Maschera di ferro

La cella della Maschera di ferro

La rievocazione storica  della Maschera di Ferro, che si tiene ora a cadenza biennale, torna sabato 6 e domenica 7 ottobre a Pinerolo. Sabato alle 16 per le strade del centro storico i Tamburini di Pignerol, diretti da Bruno Bonino, accompagneranno i Banditori della Cittadella, Anna Formento e Valter Ferrero, che illustreranno il programma della manifestazione storica. Alle 16,30 presso il centro commerciale “Le Due Valli” esibizioni con le danze popolari La Confrérie de St Geraud di Gap (Francia), animazione e danze del ‘600 a cura dell’Associazione Culturale “L’Ontano” di Livorno Ferraris e Fabio Comba, “ël ciarlatan dël ‘600”, oltre che i Clerici Vagantes di Ravenna.

Alle 21 lo spettacolo è piazza San Donato, dove il gruppo Gruppo Storico “Fera Sancti” si esibirà in duelli con le spade infuocate; via Principi d’Acaja con le sue botteghe e l’accampamento dei moschettieri; il piazzale della chiesa di Sant’Agostino, largo d’Andrade oltre che il pozzo e la chiesa di Santa Chiara.

La sfilata di domenica

Si comincia alle 10 quando nella cattedrale San Donato. alla presenza dei figuranti, verrà celebrata la messa, presieduta dal vescovo di Pinerolo, Monsignor Derio Olivero.

Alle 15 prenderà il via la rievocazione storica con l’esibizione dei gruppi e la sfilata da piazza Vittorio Veneto, di qui partiranno D’Artagnan insieme ai moschettieri ed ai cavalieri della Route d’Artagnan.

Saranno in totale 12 le aree della città interessate dalla manifestazione con ambientazioni d’epoca, come piazza Facta dove ci saranno i giochi storici, mentre il gruppo Sportica proporrà numeri di giocoleria. In piazza San Donato, oltre a momenti di intrattenimento, si potrà scoprire come si viveva nel Medioevo grazie al Museo Civico Etnografico del Pinerolese.

Ma è la salita di via Principi d’Acaja quella più suggestiva: qui saranno ospitati i gruppi militari che arrivano da Revello e Grugliasco, all’interno della chiesa di Sant’Agostino ci sarà una mostra sulla Pinerolo del ‘600, la famiglia reale e i nobili francesi. All’esterno verrà allestito invece il Lazzaretto della peste. Sulla salita si troveranno poi i moschettieri e i popolani con i loro antichi mestieri. Sulla spianata presso l’Istituto Suore di San Giuseppe troverà spazio il gruppo storico Conte Occelli di Nichelino. All’ inizio della via Principi d’Acaja ci sarà la cella della Maschera di Ferro con il cambio della guardia, mentre nella chiesa di Santa Chiara ambientazione con suore e frati dell’antico convento.

Chi è la Maschera?

Alle 18 si ritornerà in piazza Vittorio Veneto dove arriverà la Maschera di Ferro scortata dai moschettieri e da D’Artagnan, qui verrà svelato il personaggio che quest’anno indossa i panni del misterioso prigioniero.

 

BOX INFO

Info: www.mascheradiferro.net

Mail: info@mascheradiferro.net

Tel: 339/646.00.44

Orari: sabato 6 dalle 16 e dalle 21 alle 14; domenica 7 dalle 15 alle 18.

 

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile