Avap

Linea G

Reita

Racconti e spunti di riflessioni: ecco o spettacolo “Raccolti di vita”

20 maggio - Raccolti17-05-2017 – 11:35 - ‘Raccolti di vita’ è lo spettacolo teatrale in programma sabato 20 maggio, alle 20.45, presso la Sala Valdese di San Germano Chisone (TO). Tratto dalle storie di vita degli ospiti dell’Asilo dei Vecchi – struttura per anziani della Diaconia Valdese – Coordinamento Opere Valli - lo spettacolo è a cura di Marco Gibello e Gama Kipula con Marco Gibello e Gianna Granata.  ’Raccolti di vita’ e non ‘Racconti di vita’ come verrebbe da pensare leggendo il titolo della performance è proprio la raccolta delle storie e dei racconti degli ospiti dell’Asilo dei Vecchi, all’interno del quale Gibello porta la sua attività di animazione.

“L’attività di cui mi occupo all’interno dell’Asilo di Vecchi – racconta Marco Gibello – consiste nel portare l’animazione anche lontano dai luoghi solitamente preposti per tali attività come i saloni delle feste o le sale per i laboratori. L’intervento, attraverso la creazione di momenti di relazione e socialità individuali o a piccoli gruppi, mira a raggiungere anche quelle persone che per disinteresse o impossibilità psicofisiche non frequentano tali spazi. Da questi incontri emergono di frequente racconti autobiografici, spesso legati al periodo dell’infanzia o adolescenza. Queste memorie sono andate nel tempo a comporre un piccolo spaccato della Val Chisone degli anni passati”.

Uno spettacolo, quindi, che nasce dall’esigenza di dare voce al materiale raccolto per restituirlo ai narratori ma anche alle generazioni successive. La valorizzazione, quindi, del racconto autobiografico inteso come contributo in grado di restituire agli occhi dell’anziano un preciso significato in un momento delicato del percorso personale. Ma no solo, perché al contempo le memorie individuali concorrono alla composizione della storia del nostro territorio andando a nutrire la memoria collettiva.

“Lo spettacolo – prosegue Gibello – si propone di sottolineare l’importanza della rievocazione del vissuto personale, valorizzare la memoria individuale quale componente essenziale nella costruzione della memoria collettiva di un territorio, suscitare interesse nel pubblico rispetto all’ascolto dei racconti degli anziani offrendo lo stimolo per nuovi spunti di riflessione”.

In tale cornice l’arte performativa da pretesto finalizzato a portare un momento di leggerezza, da mero spettacolo di intrattenimento si è evoluta in racconto delle memorie delle persone residenti, diventando così strumento di memoria personale e collettiva.

Lo spettacolo è ad ingresso libero fino ad esaurimento posti. Per informazioni, telefonare al 360/1027561 o scrivere a xsone@diaconiavaldese.org. Per essere aggiornati sulle iniziative di XSONE 4.0

 

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile