Avap

Linea G

Chiale - le offerte

Pinerolo: si è parlato della candidatura di Orlando alla segreteria del Pd e ritorna il tema della chiusura del tribunale

tribunale25-03-2017- 18:02 – Oggi a Pinerolo si è parlato della candidatura del ministro Andrea Orlando alla carica di  segretario del Pd. Al termine dell’incontro, Luca Barbero, ha inviato un comunicato stampa, che analizza anche le problematiche legate alla chiusura del tribunale che hanno visto coinvolto Andrea Orlando. Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato

COMUNICATO STAMPA

LETTERA DEL COMITATO PINEROLESE PER ANDREA ORLANDO SULLA CHIUSURA DEL TRIBUNALE DI PINEROLO.

 

In queste settimane, all’interno delle dinamiche legate alla campagna elettorale per l’elezione del segretario nazionale del PD, abbiamo letto alcuni commenti e alcune valutazioni sulla figura di Andrea Orlando che non sono da ricondurre ai pro e ai contro di una sua eventuale segreteria ma sono piuttosto da ricondurre esclusivamente alla soppressione del Tribunale di Pinerolo.

Questi commenti e queste valutazioni è opportuno trovino alcune puntualizzazioni.

La chiusura del Tribunale di Pinerolo è stata un errore oltre che un danno per il nostro territorio.

Le ragioni della soppressione sono molte e di tipo diverso. Nessuna di queste ragioni può però essere ricondotta alla volontà di riorganizzare la macchina amministrativa del nostro Paese secondo i principi di economicità, efficienza ed efficacia. Come già sostenuto in passato preme ricordare come la L Delega DL 138/2011 convertito con la L 148/2011 avrebbe dovuto imporre al Governo, per molte ragioni, il mantenimento del Tribunale di Pinerolo in quanto sub provinciale sub metropolitano.

Questo non è avvenuto e le responsabilità portano nomi diversi e, tra questi, ma per una parte molto piccola, anche quello di Andrea Orlando, soprattutto per non essere riuscito a fare quello che il PD nel programma elettorale per il 2013 aveva indicato come obiettivo: il ripristino di 6 Tribunali tra i quali quello di Pinerolo.

Ripercorrere alcune tappe legate alla soppressione del Tribunale di Pinerolo e metterle in relazione ai ruoli di governo ricoperti da Andrea Orlando può essere utile per ricostruire le responsabilità.

La così detta revisione della geografia giudiziaria trova avvio (dopo la L Delega sopra richiamata) con il Decreto Legislativo 155/2012: Governo di Mario Monti, Paola Severino Ministro della Giustizia.

In questa fase Andrea Orlando, in quanto responsabile nazionale per il PD della Giustizia; si dichiara favorevole alla Riforma ma contrario alla chiusura di alcun tribunali, tra i quali quello di Pinerolo.

Dopo le elezioni del febbraio 2013 Andrea Orlando diventerà Ministro all’Ambiente il 28 aprile 2013, Presidente del Consiglio Enrico Letta, e, solo il 22 febbraio del 2014, Ministro della Giustizia con il Governo di Matteo Renzi.

In questa sua nuova veste era possibile intervenire ancora per salvare alcuni dei tribunali soppressi?

Sì. Il Governo avrebbe infatti potuto riattivare, entro il 13 settembre 2014 e attraverso l’adozione di un decreto correttivo, alcuni tra i Tribunali soppressi.

La Relazione dell’ispettore ministeriale Palma Guarnier sul funzionamento del Tribunale accorpante di Torino (sulla quale non concordiamo per molte e ovvie ragioni) non ha però lasciato alcuno spazio per questo tipo di intervento. Nella Relazione si dice infatti che la nuova geografia giudiziaria della Provincia di Torino sta funzionando bene e che non è necessario apportare interventi particolari quali la riattivazione di un Tribunale come quello di Pinerolo.

Andrea Orlando avrebbe potuto, come Ministro, agire in contrasto con questa Relazione? La nostra risposta è no.

C’è però un’altra domanda: Andrea Orlando avrebbe dovuto rispondere ai cittadini e agli operatori del nostro territorio che, in tanti, gli hanno chiesto di adottarsi per riaprire il Tribunale di Pinerolo?

Se la richiesta è arrivata sulla scrivania del Ministro la risposta è sì, sarebbe stato giusto rispondere.

Come sostenitori di Andrea Orlando, lavoreremo affinché, anche se in ritardo, la risposta venga data.

Cordiali saluti,

Il Comitato Pinerolese per Andrea Orlando

 

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile