Pinerolo, Egle Possetti assicura ai parenti delle vittime del ponte Morandi che vorrà giustizia

PInerolo, la commemorazione

Pinerolo davanti al teatro Sociale la commemorazione

Con un sorriso, una carezza, un bacio e un abbraccio ieri pomeriggio (martedì 13 agosto) la Pinerolo più sensibile era tutta lì davanti al teatro Sociale per trasmettere affetto ai parenti delle vittime del ponte Morandi.

Claudia Possetti, suo marito Andrea Vittone e i figli della donna, Camilla e Manuele Bellasio, sono le vittime pinerolesi.

Prima è stata la vicesindaca, Francesca Costarelli, non senza emozione, a ricordare quanto dolore ancora oggi c’è in Città, ma anche a rassicurare che i loro nomi non saranno dimenticati, anzi ricordati anche da un sentiero che il Cai sta finendo di pulire e che porterà sino a Casa Canada, il rifugio ai piedi della rocca Sbarua.

Poi è stata volta di Egle Possetti, sorella di Claudia, presidente del comitato delle vittime del ponte, che ha sottolineato: “Ringrazio la comunità di Pinerolo che non ci ha mai fatto sentire soli. Oggi io qui piango, ma sarò una tigre nel far valere i diritti di quelle famiglie che hanno perso un loro caro. I responsabili dovranno pagare”. Applausi. Poi un minuto di silenzio. Dal balcone del Comune un vigile ammaina a mezz’asta la bandiera. E mentre Serena Giay canta “Luce” di Fiorella Mannoia, il pensiero di tutti ritorna a Claudia, Camilla, Manuele e Andrea.

a.g.

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile