Web Tv & Comunicazione

Vetrine del Pinerolese

Perrero la vecchia centrale nata per le segherie oggi modello di energia pulita

Perrero, i vecchi impianti della centrale in mostra

Perrero, i vecchi impianti della centrale in mostra

Un tempo la vecchia centrale produceva energia per le segherie, poi è rimasta ferma, e adesso rivive come modello di energia rinnovabile.

Si è tenuta a Perrero una speciale lezione di energia dedicata ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo Cirillo Gouthier di Perosa Argentina all’interno della storica centrale idroelettrica tornata a produrre energia dopo oltre trent’anni di inattività. L’impianto, realizzato nei primi anni ’30 per volere del Cavalier Michele Tessore, era nato con l’esigenza di alimentare le numerose segherie presenti in zona contribuendo allo sviluppo economico della Val Germanasca. Grazie all’intervento di Enel Green Power la Centrale intitolata a “Michele Tessore” è da poco rientrata in servizio ed è stata presentata al territorio attraverso una giornata interamente dedicata ai più piccoli alla scoperta dell’energia rinnovabile a zero emissioni. Numerosi gli interventi realizzati dall’azienda del Gruppo Enel nell’ambito dei lavori di rinnovamento. Tra questi anche un nuovo spazio pubblico a pochi metri dalla centrale dedicato ai cittadini del territorio, nel quale è stato allestito un piccolo museo a “cielo aperto” sull’energia idroelettrica. Inoltre, Enel X - la nuova società del Gruppo Enel dedicata allo sviluppo di prodotti innovativi e soluzioni digitali – ha installato nuovi impianti per la pubblica illuminazione dell’area.

I nuovi sistemi illuminanti, attraverso l’adozione delle più innovative tecnologie a led, garantiscono una perfetta illuminazione del nuovo spazio pubblico e delle aree adiacenti alla centrale, riducendo i consumi di energia elettrica e le emissioni di CO2. L’intervento si completa con l’installazione di tre nuove infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, che contribuiscono a rendere l’auto elettrica il mezzo ideale per scoprire le bellezze naturalistiche della Val Germanasca.

Siamo orgogliosi di avere riportato in attività questa piccola fabbrica di energia pulita che oggi abbiamo il piacere di raccontare ai ragazzi – ha commentato Francesco Bernardi,responsabile Enel Green Power per il PiemonteL’impianto di Perrero rappresenta un pezzo di storia di grande importanza per la comunità locale e ben rappresenta l’impegno di Enel Green Power nel creare valore per il territorio in cui opera”.

 

Oltre ottant’anni di storia

 

Negli anni ’30, il Cavalier Michele Tessore decise di avviare la costruzione di una piccola centrale idroelettrica nel Comune di Perrero, allo scopo di alimentare le segherie di sua proprietà e portare l’energia elettrica alle borgate limitrofe. L’impianto prevedeva un limitato prelievo di acque dal torrente Germanasca e, tramite un canale lungo circa 400 m, alimentava una turbina di tipo Francis. Le acque, restituite poi al Canale dei Mulini, andavano ad alimentare altre piccole utenze di Perrero. Per la comunità Cattolico-Valdese della Val Germanasca la costruzione dell’impianto rappresentò una piccola rivoluzione, e da allora la centrale entrò a far parte attiva del territorio, producendo energia elettrica fino al 1985, anno della sua dismissione per via dell’obsolescenza dei macchinari. Fra gli ultimi gestori dell’impianto ricordiamo Ermanno Massel che, seppur con la limitata tecnologia disponibile in quei tempi, ha contribuito per anni alla continuità di esercizio della centrale.  La centrale, oggi denominata “Michele Tessore”, era localizzata in corrispondenza di un piccolo lago, oggi non più presente, un tempo meta di coloro che trascorrevano un periodo di villeggiatura all’Albergo Regina di Perrero.  La centrale, essendo a servizio della segheria, non venne nazionalizzata da Enel nel 1962, ma fu acquistata solo a fine anni ’80 dall’Ente Nazionale per l’Energia Elettrica. Di recente, Enel Green Power ha sviluppato, secondo moderni criteri di sostenibilità, il nuovo progetto per la riattivazione dell’impianto utilizzando le più moderne tecnologie all’insegna dell’efficienza e della digitalizzazione.

I lavori di ristrutturazione sono iniziati nel 2017 e ultimati alla fine delle stesso anno con la riattivazione della produzione di energia pulita.

 

La rinascita dell’impianto

 

Oggi la centrale, con una potenza erogata in rete pari a 50 kW, permette di evitare l’emissione in atmosfera di circa 200 tonnellate di CO2 e copre i consumi energetici annui di circa 500 persone, oltre la metà dei residenti nel Comune di Perrero. Il canale della centrale alimenta inoltre l’incubatoio ittico della Città Metropolitana di Torino, un bacino artificiale utile al ripopolamento della fauna ittica dei torrenti della Val Germanasca. Grazie al lavoro dei fratelli Massel e alla forte attenzione di Enel Green Power si contribuisce alla tutela dell’ambiente e alla valorizzazione della biodiversità del territorio. L’edificio della centrale è perfettamente integrato nel paesaggio circostante e si presenta come una piccola casa in stile alpino ai margini del bosco.

 

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile