WEB TV & Comunicazione

Per don Bianciotto la procura indaga per circonvenzione d’incapace e appropriazione indebita

MADONNA DI FATIMA

Sono pesanti le ipotesi di reato che hanno portato all’iscrizione nell’albo degli indagati don Paolo Bianciotto il sacerdote  80enne che è alla guida della parrocchia di Madonna di Fatima. Da un paio di anni la Guardia di Finanza stava indagando su delle vicende legate a dei movimenti di soldi dai conti di due sue parrocchiane particolarmente fragili e i  controlli sono anche stati estesi ad una eredità della Nuova Scuola Diocesana nel periodo in cui il sacerdote era presidente. E’ risultato che 100 mila euro sono finiti sul suo conto personale. Don Bianciotto sostiene che i soldi li ha dati per interventi a favore che di alcuni edifici di culto.  La Procura ha fatto sequestrare i conti e  ha chiuso le indagini. Il vescovo  di Pinerolo Derio Olivero ricorda: «Nessuno è colpevole prima della sentenza, per cui vale sempre la presunzione d’innocenza».

Radar degli eventi

Non ci sono eventi imminenti

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile