WEB TV & Comunicazione

Drink Shop

Chiale

La rete avvicina i musicisti che ora non hanno bisogno di un palco

meggiolaroCosa rimarrà del Coronavirus? Certamente pagine di dolore, di lutti. Immagini come quelle dei camion militari che portano via le bare non si potranno dimenticare mai, forse finiranno nei libri di storia. Poi ricorderemo i canti dai balconi, i tricolori, la determinazione a guardare oltre la tragedia. Ci sono cose che poi invece dobbiamo dimenticare, come i pretesti con i quali in tanti sono usciti di casa in questo periodo di divieti. Ma c’è anche altro da ricordare.
In questi tempi di quarantena una cosa su cui tutti possiamo investire è la fantasia. Il tempo libero maggiore, lasciato a disposizione ad alcune categorie lavorative, ha fatto sbocciare creazioni e progetti nati tra le mura domestiche che si sono sviluppati anche grazie alle nuove tecnologie, quelle che ci permettono di essere vicini anche se lontani.
E se proprio non è la stessa cosa suonare dal vivo, insieme uno vicino all’altro, sono molti i musicisti che in questo periodo si cimentano in concerti virtuali a distanza. Tra questi c’è un gruppo di pinerolesi che ha preso la palla al balzo. L’idea parte da un giornalista pubblicista di Radio Beckwith, Diego Meggiolaro, alias Meggio, musico amatoriale che ha voluto coinvolgere un suo amico musicista professionista: il maestro di chitarra classica Simone Pavan. Le persone giuste al momento giusto per dare vita ad una bella parentesi musicale. Meggio conduce una trasmissione di approfondimento sul Piemonte in radio tutti i  giorni dalle 18 alle 19,30. Pavan è un maestro di chitarra che al momento tiene lezioni online ai suoi studenti. Il loro è un omaggio al cantautorato italiano, e non solo, alle belle canzoni in generale che si possano riprodurre con due chitarre, due voci e strumenti acustici. L’8 febbraio avevano tenuto un concerto a Rivalta, all’interno della stagione concertistica, e poi avrebbero dovuto suonare nei teatri del Pinerolese e Torinese, ma al momento, come sappiamo, è tutto fermo. Si possono seguire sul canale Instagram @dmeggio o sui loro profili Facebook. Hanno omaggiato e suonato pezzi di Guccini, Elio e le Storie Tese, De Andrè, Nannini. L’account instagram degli Eelst ha apprezzato la loro versione di “Fossi Figo”.
L’ultima esecuzione, “Il suonatore Jones” l’hanno allargata alla collaborazione di due ragazze, Valentina Pochettino, libraia a Torino, e Susanna D’amore, educatrice in Diaconia valdese, che hanno suonato flauti e pianoforte. Aspettiamo le prossime esibizioni!

Radar degli eventi

Non ci sono eventi imminenti

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile