Avap

Linea G

Trattoria Valpellice

La preside dell’istituto comprensivo Pinerolo 4 perde l’appoggio dei coordinatori di plesso

Scuola media Silvio Pellico

Sede principale dell’istituto comprensivo Pinerolo 4

Continuano i problemi per Patrizia Revello, dirigente dell’istituto comprensivo Pinerolo 4. Prima della sospensione delle lezioni, per le vacanze di Natale, erano affiorati problemi con i genitori che, in un articolato documento,  lamentavano, fra gli altri aspetti, anche problemi nelle comunicazioni con la dirigente. Infatti era stato istituito un comitato che aveva questo compito.

Adesso vengono a galla altri problemi fra la dirigente e i sui collaboratori che hanno rassegnato le  dimissioni da coordinatori dei plessi scolastici: quattro delle scuole primarie e due delle scuole secondarie di primo grado. Un segnale inequivocabile di un disagio che coinvolge anche i docenti. I coordinatori sono figure apicali nell’organizzazione scolastica, hanno compiti importanti come quello di rappresentare la dirigente nelle gestione dei plessi. Ebbene, il fatto che abbiano deciso di togliere la loro disponibilità è un segnale che non potrà essere ignorato dal Consiglio d’istituto e dal Miur. Dimissioni che a catena potrebbero portarne altre.

IN RELAZIONE AL NEO COMITATO DEI GENITORI  SUL SITO DELLA SCUOLA LA DIRIGENTE HA SCRITTO

“RASSEGNA STAMPA”
Mi segnalano che due giornali…che riportano le notizie …che valgono per un giorno…?
hanno dato comunicazione di un neo-nato Comitato genitori Istituto comprensivo Pinerolo 4.
Nulla (stranamente?) mi è stato comunicato da colei che si definisce presidente e che rilascia già diffidate dichiarazioni diffamatorie, e sono l’unico legale rappresentante dell’IC Pinerolo 4…!
Terrebbero (chi?) una riunione, ma non a Scuola. Se lo scopo del Comitato è, come dichiaravano al primo giornale che ne ha dato notizia “a carattere propositivo e non contrappositivo”, mi pare strano che non ne sia stata informata e non mi sia stato chiesto di tenere questa riunione costruttiva a Scuola. Forse che lo scopo non sia questo? Altrimenti perché non tenere il proprio primo incontro nella Scuola dove, si scrive, il Comitato abbia Sede?
Non mi risulta però neppure di aver concesso sede a Comitato nella Sede dell’Istituto. Non si può unilateralmente decidere di domiciliarsi in un luogo senza l’assenso di chi deve dare quell’assenso.
Infine leggo che l’invito a partecipare alla riunione è inviato per conoscenza alla RSU Rappresentanza sindacale unitaria, ovvero ai 3 docenti Rappresentanti sindacali dei lavoratori dell’Istituto…!
Concludendo ricordo che tutto ciò che i genitori fanno è percepito dai figli, come tutto ciò che noi operatori tutti facciamo è percepito dai nostri alunni; che la prima e costante educazione ed istruzione, noi Scuola, ai nostri alunni la diamo col nostro modo di essere e di comportarci …per noi Personale delle Scuole soprattutto tra le mura scolastiche per tutto il tempo della nostra permanenza nel rapporto con loro e nei rapporti che loro osservano tra di noi.
Colgo infine l’occasione per invitare tutti i genitori a capire da sé o rivolgersi a chi di dovere per avere risposta autorevole ovvero risposta da chi titolato a darla e meglio se al di sopra di ogni parte, neutro rispetto a tutte le posizioni.
Chi ha piacere o necessità di parlare con me lo può fare incontrandomi casualmente nelle Scuole, come successo per alcuni genitori, in questi miei primi quattro mesi o chiamando il numero 0121/795573 o scrivendo all’Istituto o portando una busta chiusa a me riservata in cui dite chi siete (nome cognome – genitore) cosa volete e un recapito a cui contattarvi.
Finora al 99.9% ho colloquiato e/o incontrato genitori attenti che si sono approcciati con serie e pure garbate modalità, diverse, ma tutte costruttive.
A cose migliori
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Revello Patrizia Teresa

Radar degli eventi

Non ci sono eventi imminenti

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile