Italia Nostra contraria ai tornei di calcetto davanti alla cattedrale. Ma il vescovo, che ha giocato anche a calcio, è favorevole allo sport che rispetta l’ambiente

Il campo di calcetto allestito in piazza del duomo

Il campo di calcetto allestito in piazza del duomo

Con garbo, ma anche con determinazione, l’associazione Italia Nostra di Pinerolo apre il dibattito sull’opportunità di concedere il permesso per organizzare eventi sportivi sul sagrato della cattedrale di Pinerolo.

In piazza del Duomo, da giovedì 11 luglio a domenica sera, si è disputato un torneo di calcetto che ha visto la presenza di 16 squadre.

“Un grande successo – spiega Manuela Anzalone che con Andrea Costantino, della To Make Events- hanno organizzato la manifestazione- Non ci sono stati problemi, abbiamo lasciato la piazza pulita e anzi in molti ci hanno chiesto il prossimo anno di estendere il torneo anche ai bambini. E per evitare che il pallone uscendo dal campo potesse fare danni, abbiamo messo tutto intorno una rete”.

E il torneo è stato organizzato in un fine settimana privo manifestazioni che potessero vedere l’utilizzo del Duomo.

E del resto anche in altre città come Milano davanti al duomo si è svolta l’Oralimpics, le Olimpiadi degli oratori.

A Pinerolo alla cerimonia di premiazione sono intervenuti sia il sindaco Luca Salvai, sia il il vescovo monsignor Derio Olivero che precisa: “Quando si fa dello sport, quando non si rovina nulla, ben vengano iniziative come queste e lo dice uno che per anni ha giocato a pallone”.

C’è poi un secondo aspetto al quale il Comune guarda con attenzione, spiega l’assessora allo sport Francesca Costarelli: “Noi vogliamo portare degli eventi nel centro storico pur nel rispetto delle piazze, infatti siamo stati noi ad inizio mandato a vietare che alcune venissero adibite dai concessionari ad esposizione d’auto. Questo torneo ha permesso agli appassionati di calcio di apprezzare la bellezza del centro di Pinerolo”.

 

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile