Chiale - le offerte

Web Tv & Comunicazione

In biblioteca si ripercorre il referendum sul divorzio

biblioteca pinerolo_iL’associazione Adameva di Pinerolo presenta, sabato 16 marzo alle 16 nella Biblioteca Civica Alliaudi – via C. Battisti n. 11, Pinerolo – l’incontro dal titolo “Il NO che cambiò l’Italia: il referendum sul divorzio”, modera la socia fondatrice Francesca Vaccaro.

L’incontro si svolge nell’ambito della rassegna “Io l’otto sempre”, ciclo di eventi e manifestazioni che il Comune di Pinerolo organizza ogni anno, a cornice delle celebrazioni per la festa della donna dell’8 marzo, in collaborazione con le Associazioni del territorio.

Quest’anno l’associazione ha voluto dedicare l’appuntamento di Marzo al mitico referendum abrogativo del 1974 che da molti punti di vista è da ritenere appunto un “NO che cambiò l’Italia”, nel senso che dimostrò che l’Italia, in quel periodo, si stava visibilmente e decisamente emancipando da una cultura fortemente tradizionalista e bigotta. L’ispirazione è sorta dalle recenti accese discussioni sul divorzio, nate dalle proposte di modifica alla norme sull’affido in caso di separazione dei coniugi, e anche in continuità con le precedenti iniziative, organizzate di Adameva, riguardanti l’evoluzione storica delle tematiche di genere (ad esempio “Storia e geografia delle pari opportunità”, “La vera storia dell’8 Marzo”, “Le protagoniste del ‘68”). Adameva si avvale da sempre della collaborazione di validi relatori e professionisti e il “NO che cambiò l’Italia” sarà condotto dal Prof. Franco Milanesi, per la parte storica e politica, e dagli avvocati Cristina Bassignana e Samuele Bruno per la parte giuridica.

L’incontro si aprirà con un video-intervento della senatrice Emma Bonino e sarà accompagnato dalle interessanti letture a tema del circolo LaAV (letture ad alta voce) di Torre Pellice.

Il “NO che cambiò l’Italia” è sicuramente la rievocazione di un momento molto importante della storia italiana dello scorso secolo, ma anche un’occasione per riflettere sull’importanza della difesa dei diritti acquisiti (ottenuti con dure, lunghe e faticose lotte) e su come lo strumento referendario sia davvero, in molte occasioni, una delle massime espressioni della democrazia e della libertà di pensiero. La presidente Silvia Arseni, sempre nell’ambito delle questioni di genere e della gestione dei conflitti nella vita relazionale e affettiva, è stata, tra tante altre esperienze, ideatrice e organizzatrice di un corso laico pre-matrimoniale (uno dei primi e dei pochi attuati nel territorio piemontese) dal significativo titolo “Ti amerò per sempre salvo complicazioni…..” che è stato realizzato in 2 diverse edizioni sul territorio di Pinerolo in collaborazione con il Comune.

Le origini dell’associazione

L’Associazione Adameva, rappresentata dalla presidente Silvia Arseni, con sede a Pinerolo, nasce nell’autunno del 2010,  per volontà di un gruppo di amiche, e da anni organizza eventi e corsi di formazione e informazione (anche per le scuole) sulle tematiche che riguardano la vita relazionale, affettiva e sociale, puntando sul recupero dei valori del rispetto e delle pari opportunità, in opposizione a una cultura dominante che spesso trasforma le differenze (genere, età, razza, religione, tendenze sessuali e condizione economica o psico-fisica) in barriere invalicabili, causando così un disagio patologico tra i vari strati della popolazione.

 

 

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile