WEB TV & Comunicazione

Web Tv & Comunicazione

Chiale

Il Coronavirus non ferma gli atleti special olympics

samueleSpecial Olympics Italia, che organizza giochi Olimpici per persone con disabilità intellettiva, nonostante le difficoltà di questo periodo, non si è fermato. Infatti si sta svolgendo in questi giorni, e proseguirà fino al 31 maggio, un evento unico al mondo, gli SMART GAMES SPECIAL OLYMPICS ITALIA. Si tratta dei primi giochi olimpici per atleti con disabilità intellettiva svolti a casa in modalità smart. Un evento che sta avendo un successo incredibile che esprime coraggio, voglia di vivere, riscatto, unione e determinazione, ma anche solidarietà, gioia, senso di appartenenza ed inclusione (quella vera). “Il Coronavirus ha inevitabilmente cancellato i Giochi Regionali di Torino ed i Nazionali di Varese previsti per maggio e giugno, ma si è reinventato con gli SMART GAMES – racconta Andrea Tron, papà di un atleta Special Olympics  – nonostante non ci possa essere oggi un luogo fisico dove giocare insieme e competere, Special Olympics Italia ha gettato il cuore oltre l’ostacolo. Al sicuro, in casa propria dove gli atleti Special Olympics, in tutta Italia, possono cimentarsi in 18 sport differenti con  appositi esercizi elaborati  e adattati al contesto dallo staff tecnico nazionale di disciplina”. Dopo la turch run (a cui hanno partecipato atleti di tutta Italia), la cerimonia (oltre mille atleti/famigliari /amici collegati su Zoom a cantare l’inno d’Italia, aperti dal Minisro Spadafora, con intervento del sindaco Appendino e di atleti olimpici e personaggi dello spettacolo) ora le prove sportive.

Continua Andrea Tron: “Samuele, mio figlio, non vedente con una disabilità intellettiva e fisica importante, è un atleta Special Olympics. Pochi mesi fa ha partecipato ai giochi nazionali  invernali a Sappada. Oggi partecipa agli Smart Games con 2 team PaideiaSport (insieme a 5 atleti Partner), SciClubSportinia (insieme alla sorella). Ma sono molti gli atleti piemontesi, torinesi e diversi anche nel Pinerolese. Quattro degli atleti partner di Samuele, sono compagni di scuola che hanno partecipato quest’anno ad un progetto Special Olympics Scuola (presso la Scuola Puccini Abbadia); un progetto che attraverso lo sport insegna ai ragazzi l’inclusione, la resilienza, la vita. Progetto organizzato insieme a Fondazione Paideia e finanziato grazie alla 2getheronlus”.

Sono 5 le discipline in cui è impegnato Samuele: nuoto, snowboard, bocce, bowling, golf e canottaggio. Tutte le discipline svolte in playunifed con un atleta partner.

Potete trovare i video di Samuele sulla sua pagina Facebook:

https://www.facebook.com/SamueleTronSpecial/

Radar degli eventi

Non ci sono eventi imminenti

Chiudi
Please support the site
By clicking any of these buttons you help our site to get better

Versione mobile